• Home
  • Specialità gastronomiche

Panzanella e tradizione

panzanella 3La Panzanella è un tipico piatto dell’Italia centrale, amato e consumato da molti secoli  a base di pane raffermo inumidito.  Una versione simile alla classica Panzanella, il così detto “pan lavato”, sembra essere già presente nelle citazioni del Boccaccio nel XIV secolo.  Il nome pare derivare dai termini "pane" e "zanella"(= zuppiera) sebbene una seconda versione faccia riferimento al termine “panzana” (=“pappa”). C'è chi ne attribuisce le origini al mondo contadino, dove era abitudine bagnare il pane secco per poi condirlo con le verdure disponibili nell’orto, e c'è chi invece le fa risalire al mondo dei pescatori,  pare infatti che i marinai utilizzassero l’acqua di mare per bagnare il pane raffermo e che poi lo consumassero inseme a verdure e ortaggi. Indipendentemente da chi abbia ragione, resta il fatto che le origini del piatto sono umili; eppure nel corso dei secoli la panzanella deliziato il palato di poeti, pittori e personaggi di spicco della società, fino ad arrivare in versione "rustica" al nostro APERIVIVO di giovedì 18 luglio! 

Leggi tutto

Alla scoperta del Tabulè.... il piatto fresco per la tua estate!

3305 TabboulehNiente parla più dell'identità libanese del tabulè, piatto che ha origine nelle montagne del Libano e della Siria (ma è il Libano a rivendicarne la paternità) dove abbondano infatti le coltivazioni di piante aromatiche che sono appunto uno dei suoi ingredienti principali. 

Da secoli piatto base dell'alimentazione della popolazione locale, è sempre più diffuso in tutto il mondo per l'incredibile gusto e per i benefici per la salute. Si tratta infatti di un piatto ipocalorico e dall'alto potere saziante 100% vegetale.

Ma scopriamo meglio di cosa si tratta. Il taboulè, scritto anche tabbouleh, tabulè, tabbouli o tamboulì, è un antipasto (meze), servito freddo come insalata o anche come cibo da strada dai tanti baracchini ambulanti tipici del Medio Oriente, non solo in Libano ma anche in paesi come Siria, Turchia, Grecia, Cipro, Armenia, Iraq, Israele e Palestina.  

 

Leggi tutto

Il caffè è sospeso!

iStock 69714931 MEDIUMll 15 maggio è una giornata piena di allegria!

Festeggiamo 1 anno al civico 36 e nel pomeriggio ospiteremo la mostra fotografica "Caffè. Storia di un piccolo viaggiatore" organizzata con impegno e passione da un gruppo di ragazze del Liceo C. Montanari, con l'unica finalità di diffondere e sensibilizzare verso una maggiore consapevolezza, all'interno del progetto della comunità Europea START THE CHANGE! promosso da progettomondo.mlal.  Scrive Luciano De Crescenzo: Una volta a Napoli, nel quartiere Sanità, quando uno era allegro perché qualcosa gli era andata bene, invece di pagare solo un caffè ne pagava due e lasciava il secondo caffè, quello già pagato, per il prossimo cliente. Il gesto si chiamava “caffè sospeso”. Poi, di tanto in tanto, si affacciava un povero per chiedere se c’era un “sospeso”. Era un modo come un altro per offrire un caffè all’Umanità

E quindi anche a Verona, come a Napoli, il 15 maggio dalle ore 16.00 vi offriremo la possibilità di degustare un "caffè sospeso" - rigorosamente biologico e Fairtrade (oltre che buono!) - grazie alla collaborazione con Caffè Carraro! 

Leggi tutto

Il Pasticcio (o Lasagne) nella storia

lasagne

Il pranzo a casa della nonna, la cucina della domenica: il pasticcio è uno dei simboli stessi dell’italianità, in grado di coniugare radici antiche a numerose varianti regionali.

"Pasticcio" (o Lasagna) è il nome tradizionale di varie preparazioni fatte con ingredienti diversi, di solito racchiusi in un involucro di pasta e poi cotti al forno.

A PIUGUSTOBIO lo proponiamo in versione vegetale, con verdure, come per esempio la zucca o il radicchio o con un saporito ragout al seitan, ma nel passato il "pasticcio" come era servito? 

Scopriamolo di seguito... insieme ad una gustosa ricetta del presente Gluten free & Veg!

Leggi tutto

Quando l'errore culinario crea una nuova prelibatezza

pasta DavideIl delizioso sugo che Davide ha preparato per il piatto caldo speciale del Bio Aperitivo Fresco & Vivo di questo mercoledì nasce da un piccolo errore che si è trasformato poi in una nuova delizia per il palato: Davide aveva infatti cucinato erroneamente delle zucchine al forno non previste nel menu; ha deciso quindi di unirle al sugo piccantino di datterini freschi e basilico che stava cucinando per le Bio-bruschette,  creando così una salsa gustosa, leggera, e saporita (grazie alle zucchine aggiunte e precedentemente cotte al forno) che si è sposata perfettamente poi con la nostra pasta di farro!  

Questo ci ha fatto tornare in mente tutta una serie di pietanze della nostra tradizione e non solo  che in realtà sono nate da un errore, corretto poi in un modo geniale

Ve le vogliamo raccontare di seguito, sebbene non tutte "salutari" come il sughetto di pomodoro/zucchine e basilico fresco di Davide :-).

Leggi tutto

  • 1
  • 2