Storia del Giro d'Italia

giro startSono le 2.53. I piedi premono, i garretti scattano, il piccolo esercito di ciclisti si stacca. La folla scoppia in un lungo ululato di ammirazione, di entusiasmo, di augurio, di gioia. Un lampo, una luce bianchissima, abbagliante, che tutto avvolge e illumina come di pieno meriggio. La schiera ciclistica sembra per un istante lunghissima, infinita, enorme; la folla stacca nel buio che la circonda in tutta la sua urlante compattezza variopinta. La luce scompare, lasciando abbacinati: il cinematografo ha colto l’appetitosa visione: il Primo Giro ciclistico d’Italia è in moto!

La Gazzetta 1909

Domenica 2 giugno il Giro d'Italia 2019 passa proprio davanti a PIUGUSTOBIO!  Saremo quindi aperti straordinariamente e  abbiamo in serbo per i nostri amici amanti dello sport e del ciclismo, oltre al nostro solito menu salutare e biologico, un vero e proprio piatto (ovviamente rosa) dedicato a questo straordinario evento sportivo, che compie ben 110 anni!

12/13 Marzo 1909 infatti è la data della prima partenza del Giro d'Italia...le cose erano ben diverse allora, per esempio 110 anni fa di certo non si possedevano le biciclette di oggi, si pensi che una bicicletta pesava circa 15 chili e aveva (per i più fortunati) un freno solo a tampone. 

 

Leggi tutto

Il caffè è sospeso!

iStock 69714931 MEDIUMll 15 maggio è una giornata piena di allegria!

Festeggiamo 1 anno al civico 36 e nel pomeriggio ospiteremo la mostra fotografica "Caffè. Storia di un piccolo viaggiatore" organizzata con impegno e passione da un gruppo di ragazze del Liceo C. Montanari, con l'unica finalità di diffondere e sensibilizzare verso una maggiore consapevolezza, all'interno del progetto della comunità Europea START THE CHANGE! promosso da progettomondo.mlal.  Scrive Luciano De Crescenzo: Una volta a Napoli, nel quartiere Sanità, quando uno era allegro perché qualcosa gli era andata bene, invece di pagare solo un caffè ne pagava due e lasciava il secondo caffè, quello già pagato, per il prossimo cliente. Il gesto si chiamava “caffè sospeso”. Poi, di tanto in tanto, si affacciava un povero per chiedere se c’era un “sospeso”. Era un modo come un altro per offrire un caffè all’Umanità

E quindi anche a Verona, come a Napoli, il 15 maggio dalle ore 16.00 vi offriremo la possibilità di degustare un "caffè sospeso" - rigorosamente biologico e Fairtrade (oltre che buono!) - grazie alla collaborazione con Caffè Carraro! 

Leggi tutto

15 Maggio 2019: 1 anno al civico 36 (e 7 dall'inizio)

15 maggio APERIVIVONEWS

Il 15 maggio è già un anno che siamo al nuovo indirizzo! A volte ci pare sia passata un’eternità da quando il nostro nuovo locale 100% Natural – 100% Recycled ha aperto le sue porte (con la sicurezza dell' esperienza di ben 6 anni al civico 29). 

Un GRAZIE a  tutti Voi amici che nel corso di questi mesi siete stati così tanti, così costanti, così affezionati! Portiamo tutti i vostri volti, i vostri sorrisi, le vostre recensioni, domande e frasi speciali nei nostri cuori e la Vostra energia è nei nostri piatti!!!  Vi aspettiamo per festeggiare insieme dalle ore 18.00 mercoledì 15 maggio al nostro APERIVIVO

Vi ricordiamo che dalle ore 16.00 verrà anche allestita la mostra "Caffè. Storia di un piccolo viaggiatore" dalle giovani ragazze del progetto  START THE CHANGE! e che dalle 16:00 il caffè sarà "sospeso"!

 

 

Progetto START THE CHANGE!/Liceo Montanari & PIUGUSTOBIO

STC logo 02STRT THE CHANGE! è un progetto co-finanziato dall’Unione europea, promosso da Progettomondo.mlal in partnership con 20 organizzazioni attive in 12 Paesi europei (Austria, Croazia, Repubblica Ceca, Francia, Germania, Italia, Malta, Polonia, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Regno Unito).  START THE CHANGE! invita i giovani a riflettere sui temi della migrazione e dello sviluppo sostenibile, fornendo loro gli strumenti per affrontare le sfide del mondo contemporaneo e impegnarsi attivamente sulle questioni globali partendo dalle esperienze concrete che ogni giorno vivono. 

STCIl gruppo START THE CHANGE del Liceo Montanari è composto da 14 ragazze tra i 15 e i 19 anni volontarie.

Nel corso dei mesi le partecipanti hanno conosciuto e approfondito gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile della Agenda Onu 2030 collegandoli al tema delle migrazioni e in un secondo momento hanno deciso di focalizzarsi sugli Obiettivi 10 – Ridurre le Disuguaglianze e 12 – Consumo e Produzione Responsabili collegandoli al tema delle migrazioni.

Dopo avere approfondito le tematiche, hanno individuato l’argomento del caffè e della sua filiera come punto di contatto.

Leggi tutto