Panzanella e tradizione

panzanella 3La Panzanella è un tipico piatto dell’Italia centrale, amato e consumato da molti secoli  a base di pane raffermo inumidito.  Una versione simile alla classica Panzanella, il così detto “pan lavato”, sembra essere già presente nelle citazioni del Boccaccio nel XIV secolo.  Il nome pare derivare dai termini "pane" e "zanella"(= zuppiera) sebbene una seconda versione faccia riferimento al termine “panzana” (=“pappa”). C'è chi ne attribuisce le origini al mondo contadino, dove era abitudine bagnare il pane secco per poi condirlo con le verdure disponibili nell’orto, e c'è chi invece le fa risalire al mondo dei pescatori,  pare infatti che i marinai utilizzassero l’acqua di mare per bagnare il pane raffermo e che poi lo consumassero inseme a verdure e ortaggi. Indipendentemente da chi abbia ragione, resta il fatto che le origini del piatto sono umili; eppure nel corso dei secoli la panzanella deliziato il palato di poeti, pittori e personaggi di spicco della società, fino ad arrivare in versione "rustica" al nostro APERIVIVO di giovedì 18 luglio! 

Leggi tutto

Le molte versioni degli involtini primavera: i ns. sono RAW!

115152Gli Involtini Primavera sono un piatto che nasce in Cina ed è tradizionalmente consumato nei giorni di festa, soprattutto nelle feste primaverili del "cibo freddo" e del Qingming (festa in memoria e rispetto degli antenati). Di qui il loro nome. 

A PIUGUSTOBIO gli Involtini Primavera sono piuttosto "Involtini Estate": rivisitati in versione ovviamente salutistica, si trasformano infatti, grazie alle attente mani dei nostri cuochi, in una delizia crudista, fresca e appetitosa da gustare nelle calde giornate estive! (Vedi il nostro AperiVivo del 20 giugno). 

In Cina questi involtini sono un gustoso antipasto tradizionale, certamente meno salutare della nostra rivisitazione, spesso fritti sebbene siano presenti anche nella versione "fresca" (più grande e meno croccante rispetto a quella fritta).  

Forse non tutti sanno però  che gli involtini "primavera" si trovano anche in molte altre culture e non solo orientali. Scopriamo di quali si tratta!

Leggi tutto

15 maggio 2019: 1 anno al civico 36 (e 7 dall'inizio)

GRAZIE!

Ringraziamo chi ha partecipato alla serata, chi avrebbe voluto ma non è potuto venire, chi ci conosce da sempre e non ci ha mai lasciati, chi ci conosce da quando siamo al Civico 36 e si è affezionato e ringraziamo anche chi, leggendo questo articolo, vorrebbe iniziare a conoscerci!

E' grazie a Voi amici, che scegliete le nostre colazioni a medio/basso indice glicemico, i menu del pranzo preparati ogni giorno con ingredienti integrali e freschi di giornata oppure degustate un buon calice di vino biologico (senza solfiti aggiunti) al nostro AperiVivo del giovedì che il nostro progetto riceve linfa vitale e può continuare ad andare avanti!

Di seguito la Fotogallery della serata:

Leggi tutto

Alla scoperta del Tabulè.... il piatto fresco per la tua estate!

3305 TabboulehNiente parla più dell'identità libanese del tabulè, piatto che ha origine nelle montagne del Libano e della Siria (ma è il Libano a rivendicarne la paternità) dove abbondano infatti le coltivazioni di piante aromatiche che sono appunto uno dei suoi ingredienti principali. 

Da secoli piatto base dell'alimentazione della popolazione locale, è sempre più diffuso in tutto il mondo per l'incredibile gusto e per i benefici per la salute. Si tratta infatti di un piatto ipocalorico e dall'alto potere saziante 100% vegetale.

Ma scopriamo meglio di cosa si tratta. Il taboulè, scritto anche tabbouleh, tabulè, tabbouli o tamboulì, è un antipasto (meze), servito freddo come insalata o anche come cibo da strada dai tanti baracchini ambulanti tipici del Medio Oriente, non solo in Libano ma anche in paesi come Siria, Turchia, Grecia, Cipro, Armenia, Iraq, Israele e Palestina.  

 

Leggi tutto

Storia del Giro d'Italia

giro startSono le 2.53. I piedi premono, i garretti scattano, il piccolo esercito di ciclisti si stacca. La folla scoppia in un lungo ululato di ammirazione, di entusiasmo, di augurio, di gioia. Un lampo, una luce bianchissima, abbagliante, che tutto avvolge e illumina come di pieno meriggio. La schiera ciclistica sembra per un istante lunghissima, infinita, enorme; la folla stacca nel buio che la circonda in tutta la sua urlante compattezza variopinta. La luce scompare, lasciando abbacinati: il cinematografo ha colto l’appetitosa visione: il Primo Giro ciclistico d’Italia è in moto!

La Gazzetta 1909

Domenica 2 giugno il Giro d'Italia 2019 passa proprio davanti a PIUGUSTOBIO!  Saremo quindi aperti straordinariamente e  abbiamo in serbo per i nostri amici amanti dello sport e del ciclismo, oltre al nostro solito menu salutare e biologico, un vero e proprio piatto (ovviamente rosa) dedicato a questo straordinario evento sportivo, che compie ben 110 anni!

12/13 Marzo 1909 infatti è la data della prima partenza del Giro d'Italia...le cose erano ben diverse allora, per esempio 110 anni fa di certo non si possedevano le biciclette di oggi, si pensi che una bicicletta pesava circa 15 chili e aveva (per i più fortunati) un freno solo a tampone. 

 

Leggi tutto