La via del cibo può cambiare il tuo destino

Namboku Mizuno è nato in Giappone nella metà del 18esimo secolo ed è morto circa 1835. Mizuno fu un esperto di fisiognomica che ha dedicato tutta la sua vita ad insegnare la Via del cibo. Allo scopo di imparar bene la natura del corpo umano ed i rapporti trail suo interno e l'esterno o fisionomia, ha lavorato come massaggiatore ai bagni pubblici, alle pompe funebri e da barbiere per imparare perfettamente l'arte della diagnosi visiva. Era convinto che i cambiamenti alimentari nella vita e che la qualità e la quantità di cibo che prendiamo quasi interamente controlla il nostro destino. Bisogna comprendere che ai suoi tempi non c'era cibo trasformato o lavorato industrialmente, così invece di qualità si è concentrato più sulla quantità e ha insegnato che l'assunzione di troppo cibo può essere dannosa come lo è pure il prendere cibo di scarsa qualità. Ha insegnato che una volta che si impara a controllare la quantità dell'apporto alimentare, nella tua vita tutto cambia per il meglio.

Leggi tutto

Il Reishi, il fungo della spiritualità

Ganoderma lucidum L.

In ogni parte del mondo, i funghi sono associati al contrasto tra il bene e il male. Esistono culture che amano i funghi (micofile) e culture che li odiano (micofobe) e l’Occidente tende ad identificarsi con la paura di avvelenarsi, mentre l’Oriente a venerarli.

In Occidente, i funghi sono sempre stati associati a pratiche magiche oppure agli spiriti, ad esempio, si narra che San Pietro, San Vito o Sant’Antonio vagassero, cospargendo funghi nelle foreste e, nella Stiria, che gli spiriti si trasformassero in folletti dei funghi. Nel Medioevo, la santa Hildegard von Bingen (1098-1179), rinomata guaritrice, riconobbe che i funghi coltivati su tronchi d’alberi diversi, sviluppavano caratteristiche differenti.

La medicina tradizionale del Celeste Impero cinese secondo il testo “Eremitaggio sulla montagna profumata” sarebbe l’arte di salvare il mondo, perché chi la pratica non può rimandare o rifiutare una cura e un vero “uomo”, per chiamarsi tale, non può essere rimproverato di aver vissuto invano.

Leggi tutto

popupnatale