In vino (biologico) veritas!

produttori di vino biologico e veganSiamo in pieno periodo VINITALY …e non possiamo esimerci dal trattare un argomento così importante che coinvolge la nostra città ogni giorno e ancora di più durante queste date di aprile: il vino!

Il Vino a PIUGUSTOBIO è rigorosamente biologico e senza solfiti aggiunti.  La nostra selezione spazia tra le cantine della nostra meravigliosa Valpolicella, con le etichette La Dama e Valentina Cubi, passando per la cantina Case Paolin, tra i vigneti biologici della zona di Asolo, per arrivare all’azienda pescarese Marina Palusci, in una terra ancora risparmiata dalla viticultura di massa. (per maggiori info sulle cantine dei vini che serviamo a PIUGUSTOBIO, clicca qui). 

Ma cosa si intende per vino biologico?  

In parole povere i vini biologici sono il frutto di una filosofia agricola e produttiva che privilegia il rapporto con il territorio e la natura, e in generale, con la genuinità dei cibi che consumiamo. Dopo un vuoto normativo durato molti anni il Regolamento Europeo 203/2012 ha messo nero su bianco che cosa significa produrre vino biologico. 

Se in precedenza si poteva parlare solamente di "vino prodotto con uve da agricoltura biologica" oggi è tutta la produzione del vino a essere regolata da norme ben precise. Queste norme consentono di applicare l’etichetta di ‘vino biologico’ (affiancata dal logo europeo) alle bottiglie permettendo così ai consumatori di distinguere con chiarezza i vini tradizionali da quelli biologici e offrire loro la certezza di un prodotto rispondente a precisi standard qualitativi. 

I punti fermi di questo regolamento riguardano soprattutto le tecniche produttive e l’organizzazione del settore enologico a livello comunitario.

In particolare si riferiscono all’abbattimento delle sostanze chimiche e dei solfiti (per maggiori info sui solfiti leggi QUI l'articolo), nonché alla riduzione delle risorse idriche utilizzate e all’adozione di tecniche di coltura biologiche che prevengano gli attacchi parassitari in maniera naturale.  Non è consentito quindi l’uso di acido sorbico e la desolforazione, e viene stabilito un tetto per i solfiti pari a 30-50 mg/litro in meno rispetto al vino convenzionale. Il tenore massimo di solfito per i rossi deve essere di 100 mg per litro (contro i 150 mg del vino tradizionale) e di 150 mg/litro per i vini bianchi e rosè, con un differenziale di 30 mg/l quando il tenore di zucchero residuo è superiore a 2 grammi per litro. Inoltre la derivazione del prodotto da uve biologiche sarà controllata e certificata. Dovendo quindi rispondere a precise normative, il vino biologico si presenta ai consumatori con un marchio di qualità universalmente riconoscibile.

Recentemente al vino biologico si sono affiancati i “vini biodinamici” e i “vini naturali” che al momento non sono soggetti a normative. Il vino biodinamico è ottenuto da agricoltura biodinamica, una nicchia dell’agricoltura non ancora riconosciuta a livello legislativo, ma regolamentata dall'associazione Demeter: oltre ad allontanare completamente la chimica e a ridurre al minimo l'uso di macchinari, l'agricoltura biodinamica si basa sul rispetto del corso naturale della natura - in particolare delle fasi lunari - e delle sue risorse, oltre che sull'utilizzo di preparati biodinamici (compost naturali) in determinate fasi dell'anno.  Così come il vino biologico, anche il vino biodinamico non azzera i solfiti ma li limita ulteriormente: 70 mg/l nei vini rossi e 90 mg/l nei vini bianchi e 60 mg/l in quelli frizzanti. Con il termine ‘vino naturale’, invece, si fa riferimento a una categoria di vini che, oltre all’adozione delle tecniche dell’agricoltura biologica, non presentano nessuna sostanza addizionata al mosto, dunque nessun correttore di acidità, anidride solforosa o coadiuvanti vari. I vini naturali però non obbedendo ad alcuna normativa si legge dai vari siti che spesso i solfiti vengono comunque aggiunti per prevenire ossidazioni o deviazioni batteriche.

 

Se vuoi assaggiare i nostri vini, ti aspettiamo il 10 aprile ad APERIVINO, il nostro AperiVivo a tema Vintaly! Clicca qui per l'evento!