Il Sorgo: le mille proprietà di questo cereale gluten free!

sorgo2Il Sorgo (Sorghum vulgare Pers), o anche saggina è una pianta erbacea annuale appartenente alla famiglia delle graminacee. Diffuso in tutto il mondo (è il 5° cereale più diffuso al mondo dopo grano, riso, mais e orzo), il sorgo hnasce nell'Africa Nordorientale (tra l’odierna Etiopia e il Sahel semi-desertico) intorno all’8000 a.C. per poi diffondersi (adattandosi ai diversi ambienti) dall’India alla Cina, fino ad arrivare in Europa, nelle Americhe e in Australia. Si tratta quindi di uno dei primi cereali a essere coltivato dall’uomo, questo grazie alla sua capacità di resistere alla siccità e agli agenti atmosferici, tant’è che viene anche chiamato “pianta cammello” perché resiste a condizioni di estrema aridità grazie alle sue  minime esigenze idriche, adeguandosi  a condizioni ambientali diverse (anche particolarmente ostili). La temperatura più adatta al suo sviluppo è intorno ai 30-35°C, ma cresce anche a temperature più basse, non però al di sotto dei 14°. Attualmente il maggiore produttore mondiale di sorgo sono gli Stati Uniti. In Italia viene coltivato in Emilia Romagna, Toscana, Marche e Umbria.
Oltre che per l’alimentazione umana, la pianta è utilizzata per la produzione di foraggi, per la creazione di scope in "saggina" e per l’estrazione di etanolo e come bio-carburante. Per l’alimentazione umana si utilizza in forma di "granella". Da questa viene estratto anche uno sciroppo, tant’è che per migliaia di anni il sorgo è stato utilizzato come dolcificante. Trasformato in farina, si usa per fare i biscotti e le torte, si trova spesso in commercio anche sotto forma di fiocchi da usare per arricchire una colazione sana ed equilibrata. Il sorgo possiede importanti proprietà benefiche per il nostro organismo.  

Aiuta per esempio a tenere sotto controllo il diabete, grazie alla presenza di tannini, particolari sostanze sintetizzate nelle piante a livello della corteccia, che gli permettono di inibire l'assorbimento di amido e di agevolare la regolazione nel sangue dei livelli di insulina e di glucosio. E’ privo di glutine quindi alimento adatto a chi soffre di celiachia. Migliora poi la salute dell'apparato digerente, grazie al suo contenuto di fibre che favoriscono la motilità intestinale. È anche una grande fonte di energia per il nostro organismo: durante il processo di metabolizzazione infatti, i carboidrati complessi di cui è composto, si trasformano in semplici molecole di glucosio. Il sorgo inoltre aiuta a ridurre il colesterolo LDL grazie proprio all’elevata concentrazione di fibre che limita il livello di zuccheri nel sangue, contribuendo a contrastare anche l’insorgenza di condizioni cliniche come aterosclerosi, attacchi cardiaci ed ictus.
Grazie inoltre alla presenza di magnesio migliora la densità delle ossa garantendo il corretto equilibrio e assorbimento di Calcio nel corpo. Magnesio e calcio sono importanti nel processo di sviluppo del tessuto osseo e di conseguenza nel prevenire l’osteoporosi e l’artrite. Contiene infine importanti antiossidanti che aiutano a neutralizzare i radicali liberi, responsabili dell'invecchiamento e in una fase successiva della trasformazione di cellule sane in cellule tumorali.

 

MC 519 16Ma come si cucina questo cereale così diffuso ma forse non così noto?

Il modo più classico consiste nel metterlo in ammollo per tutta la notte affinché assorba parzialmente il liquido, scolandolo poi. Mettendolo in ammollo, questo cereale prende una consistenza gommosa che lo rende un ottimo sostituto per il bulgur o il couscous. E’ possibile evitare l’ammollo nel caso si abbia poco tempo per prepararlo, anche se così facendo la sua consistenza potrebbe risultare leggermente grumosa.

Una volta scolato va fatto bollire in acqua salata a fiamma bassa e con coperchio per ca. 1 ora. Le dosi indicative: 1 tazza (190 g) di sorgo integrale in una pentola grande a cui aggiungere 3 tazze di acqua. Può essere servito una volta che avrà assorbito quasi tutta l'acqua e che si sarà ammorbidito [ In caso non fosse ancora abbastanza morbido, farlo ancora sobbollire in un'altra tazza di acqua per ca 30 minuti.

Il sorgo così cotto può essere utilizzato per preparare un'insalata al posto di altri cereali integrali, come farro, couscous, chicchi di grano o bulgur. Mantiene inaffti intatta la consistenza per vari giorni, pertanto è l'ideale per insalate greche, tabbouleh e altre insalate fredde. E' possibile anche preparare pudding (al posto del riso) cuocendolo con acqua, latte, vaniglia, zucchero e bastoncini di cannella o zuppe (al posto dell’avena) mescolandolo con acqua, latte vaccino o vegetale, spezie, frutta fresca o secca

E se poi lo vuoi trovare già pronto…ti aspettiamo al nostro AperiVivo domani giovedì 4 luglio, per gustarlo in insalata con carote, zucchine e ceci lessati, in un piatto completo dal punto di vista nutrizionale, fresco e soprattutto BUONO!