Il Segreto dei Cereali

TRATTO DAL LIBRO – IL CIBO COME MEDICINA- SCRITTO DA FIORELLA TUROLLI

Il nostro corpo funziona bene con il carburante giusto: gli “zuccheri lenti” rilasciati dai cereali. È talmente semplice da comprendere! “Il rilascio lento” è il segreto dei cereali per non aumentare il livello di glucosio nel sangue (glicemia). Le fonti alimentari più ricche di zuccheri a “rilascio lento” oltre i cereali sono i legumi (ceci, piselli, fagioli, lenticchie) che, non aumentando la glicemia, non interferiscono con la produzione dell’insulina. Ecco perché i cereali integrali sono indicati anche per i diabetici ma soprattutto nella prevenzione di malattie gravi.

I cereali integrali sono la nostra difesa, il nostro passaporto per una longevità attiva! L’insulina è prodotta quando aumenta il livello di glucosio (zucchero) nel sangue per cui bisogna ridurre il consumo degli alimenti che hanno questo effetto. Ripetiamo, lo zucchero bianco, le farine sbiancate etc. e ricordiamo che un’eccessiva produzione di insulina favorisce il cancro.

La vita, la salute, il buonumore non sono altro che il giusto equilibrio nel nostro corpo tra la combustione data dal cereale integrale e la fermentazione data dai cereali e dei grassi. Più cereali, più verdure, più prodotti della terra significa più elementi alcalini (più minerali), serenità, capacità di concentrazione e mantenimento di una perfetta salute e lunga vita!

La salute sta nella semplicità e nella giusta quantità. Questi concetti sono stati ripresi anche dalla medicina ufficiale. Ricercatori e scienziati di tutto il mondo affermano che malattie come cancro, sclerosi multipla, arteriosclerosi, infarto, ecc. sono favorite per lo più da un’alimentazione squilibrata.
Quanto appena esposto ci fa capire l’essenzialità di un regime alimentare in cui gli zuccheri raffinati non devono essere parte integrante, ma bensì devono essere evitate per permettere al nostro organismo di non “acidificarsi” e rimanere in una condizione di equilibrio, la famosa “omeostasi fisiologica”. Di seguito sono elencati alcuni cereali che dovrebbero costituire la nostra dieta quotidiana:

▪ Grano Saraceno. Non è veramente un cerale, ma è considerato tale. In realtà è il seme di una pianta di origine siberiana. Ricco di ferro, è raccomandato alle persone deboli d’intestino e a coloro che soffrono di malattie del sangue e scarso desiderio sessuale. Ideale per i freddolosi e per la stagione invernale.

▪ Miglio. Anche il miglio è un cerale molto importante. Aiuta l’organismo a concentrarsi eliminando l’eccesso di acqua. Ricco di Calcio e Lecitina, contribuisce alla costruzione del tessuto osseo e venoso. È ideale per chi ha problemi di peso e soprattutto per i diabetici.

▪ Quinoa. Anche la quinoa è considerata un cereale benché sia il frutto di una pianta d’origine andina. È indicata alle persone che hanno problemi di vene, verici e capillari. I chicchi di quinoa sono ricoperti di saponina, una resina amara e saponosa. Per questo è importante risciacquarla molto bene prima di cucinarla.

▪ Riso. È il cereale più equilibrato ed è l’unico che pulisce i tessuti in profondità. Contiene tutti gli elementi essenziali in quantità differenti ed è l’alimento che più si avvicina alla nostra composizione sanguinea. Per questo è adatto a tutte le persone e in tutti i luoghi. Prediligere sempre il riso integrale a quello bianco!

▪ Grano. Il grano è il cereale più energetico e contiene molto glutine. È adatto a tutte le persone magre. Il Farro è una varietà di grano. Il Cous Cous è semolone di grano.

▪ Avena. L’avena è il cereale più ricco di proteine, grassi e fibre. È molto calorica e quindi è adatta ai climi freddi.

▪ Orzo. L’orzo è rinfrescante ed è benefico per il sistema nervoso. Prediligete quello decorticato a quello perlato perché contiene più elementi nutritivi.

▪ Mais. È il cereale più rinfrescante e il più espansivo. Quindi è adatto ai climi caldi.

Come cucinarli. Gli utensili dovrebbero essere di ghisa, terracotta, acciaio inossidabile e smalto. I cereali possono essere lessati, abbrustoliti, cotti al forno, trasformati in torte con verdure e anche in deliziosi dessert, addolciti soltanto con uva passa o malto di cereali. Con le farine (sempre integrali o semi-integrali) si possono fare ottime creme, pizze, farinate, torte e focacce. Con il cous cous degli ottimi primi piatti con verdure o pesce. Con la pasta i menu sono infiniti, dalle lasagne ai cannelloni di cipolla, besciamella e seitan (finto ragù, ma appetitosissimo). Con i fiocchi, uniti a frutta, colazioni eccellenti.

Pasqua