Coordinamento Cambiamo la Mensa

RESP. PROGETTO: FRANCO BERRINO ED ELENA ALQUATI

La scelta di un’alimentazione consapevole per la nostra famiglia ed in particolare per i nostri figli non sempre trova corrispondenza con l’alimentazione offerta loro a scuola: budget da rispettare, bandi di gara vinti da aziende che puntano al prezzo per competere nel mondo della ristorazione scolastica e la mancanza di una vera e propria cultura alimentare, non fanno che creare una situazione “rischiosa” per la salute dei nostri figli, che va spesso a minare l’attenzione che viene invece prestata a casa.

Purtroppo le linee giuda ministeriali per la ristorazione collettiva sono obsolete e non tengono conto degli importanti risultati degli studi epidemiologici pubblicati negli ultimi 15 anni, ne consegue che i menu della ristorazione collettiva favoriscano l’obesità nonché lo sviluppo di patologie croniche.

Perciò in questo mese di vacanza e chiusura delle scuole abbiamo scelto di parlarvi di un progetto che vorremo diffondere e far conoscere a tutti gli amici di PIUGUSTOBIO, augurandoci possa prendere sempre più piede nel nostro paese: IL COORDINAMENTO CAMBIAMO LA MENSA.

Responsabili e ideatori del progetto, due nomi d’eccezione: ELENA ALQUATI, Presidente dell’associazione L’Ordine dell’Universo, che alcuni di Voi hanno avuto il piacere di conoscere in occasione dei corsi di cucina preventiva PIUGUSTOBIO di maggio e giugno 2016 e FRANCO BERRINO, più che noto epidemiologo presso l'Istituto Nazionale dei Tumori di Milano e Direttore del comitato scientifico “l’Ordine dell’Universo”

Il progetto si pone in continuità con il lavoro iniziato, negli anni precedenti, a Cascina Rosa, con il Dr. Franco Berrino allora direttore del Dipartimento di Medicina Preventiva e Predittiva dell’Istituto Nazionale Tumori, e seguirà le linee guida del WCRF, che a ottobre 2014, sono state inserite nel Codice europeo contro il cancro.
LA FILOSOFIA DEL PROGETTO È DI:

  • Promuovere programmi di educazione alimentare indipendenti da interessi commerciali,
  • Formare gli operatori della ristorazione collettiva,
  • Sperimentare l’introduzione graduale nelle mense di ricette coerenti con le raccomandazioni preventive internazionali,
  • Avviare progetti pilota in istituti prestigiosi per testimoniare la fattibilità dei cambiamenti proposti.

La realizzazione operativa prevede l’organizzazione di:

  • Incontri con i dirigenti dell’azienda che fornisce i pasti per studiare insieme un progetto di cambiamento,
  • Incontri e corsi dedicati agli operatori delle mense,
  • Incontri e corsi dedicati alle scuole alberghiere,
  • Corsi per operatori e utenti che permettano di conoscere l’utilizzo di alimenti poco conosciuti e utilizzati,
  • Incontri di sensibilizzazione per insegnanti.

Inoltre si vuole programmare un menù sperimentale con l’inserimento graduale di piatti in linea con il WCRF e proporre all’interno del programma scolastico programmi di educazione alimentare abbinati a laboratori di cucina dedicati ai bambini/alunni.

Il coordinamento si sta muovendo per realizzare la propria mission e noi tutti (soprattutto noi mamme) ci auguriamo possa portare i primi frutti.
In particolare qualche settimana fa, il giorno 12 luglio, “L’Ordine dell’Universo attraverso il progetto Coordinamento cambiamo la mensa è stata ricevuta dal Ministero della Salute.

L’oggetto dell’incontro è stato quello di verificare la possibilità di poter aggiornare le linee guida ministeriali per allinearle con le raccomandazioni del Codice Europeo contro il cancro (ottobre 2014) e alle regole del Fondo Mondiale per La Ricerca sul Cancro.

Il Ministero della Salute si è dimostrato interessato a rivedere le indicazioni in questione e adeguarle ai LARN 2014 che vedono la riduzione di assunzione proteica ridotta del 30% rispetto ai LARN precedenti, e dichiarando che in questa revisione ci sarà il coinvolgimento del Ministero dell’Agricoltura e dell’Ambiente.
Si è inoltre affrontato l’importante argomento di inserire nei menù scolastici, alimenti integrali o semintegrali, sottolineando però le non poche difficoltà al riguardo sia per quanto riguarda la loro preparazione, sia per motivi culturali.

E’ solo un primo passo ma questo incontro ci dà speranza, molto è ancora da fare ma ci sono le premesse di un lavoro comune per il bene dei bambini per quanto riguarda le mense scolastiche, senza escludere le mense ospedaliere e aziendali.

Elena Alquati è la portavoce di questo progetto, sostenuta da quanti credono in questo cambiamento,

NOI DI PIUGUSTOBIO SIAMO CON LEI!