• Home
  • Coltivazioni biologiche

La conseguenze della soia OGM

{youtube}a6p3Krus6Y4{/youtube}

PiùGustoBio utilizza solamente prodotti a base di soia biologica accuratamente selezionata di provenienza esclusivamente europea per la realizzazione di pietanze, dando priorità alla soia fermentata secondo metodi tradizionali antichi.

La coltivazione degli OGM è vietata per decreto legge come lo è in altri otto paesi europei, tra i quali Francia e Germania. Ciononostante L'Italia importa 3.350.000 tonnellate di soia OGM, cioè circa 55kg di soia OGM per ogni cittadino italiano. 650.000 tonnellate invece sono prive di OGM, di cui 550.000 di soia coltivata in Italia (Pellati Informa). 

Il fabbisogno di soia in Italia ha superato la capacità di produzione nazionale, non è perciò correntemente attuabile per l'intero paese escludere del tutto la soia OGM, perché almeno l’80% della produzione mondiale è OGM, a causa soprattutto dei mangimi animali di paesi come  gli USA e la Cina, il cui consumo di carne è attualmente in forte crescita. Perciò è indispensabile assicurarsi che ogni acquisto di qualsiasi prodotto alimentare contenente soia possegga la certificazione biologica europea.

Vandana Shiva tra Italia e mondo per la biodiversità

{youtube}

{/youtube}

Dal 2003 Vandana Shiva è Presidente della Commissione Internazionale Futuro del Cibo fondata in Toscana, quale sviluppo di un incontro fra i leader dei movimenti impegnati sui temi dell’alimentazione e dell’agricoltura convocati da Claudio Martini, presidente della Regione Toscana. Nel 2012, quasi dieci anni dopo, la collaborazione con la regione Toscana e Vandana Shiva si è ampliata con la fondazione dell’associazione Navdanya International senza fini di lucro, con l'obiettivo di proteggere i semi dalla contaminazione OGM e la dignità delle comunità agricole.

Leggi tutto

Il Principe che parla con le piante, il Re del Biologico

Prince CharlesProprietario di ben 135,000 ettari di terre coltivabili in tutto il Regno Unito, il Principe Carlo, è famoso perchè parla con le piante per aiutarle a crescere meglio. De facto, è il Re del biologico per aver investito senza parsimonia nella missione del biologico negli ultimi venticinque anni. Nei primi anni 80’ acquistò la tenuta di Highgrove (regione Gloucestershire) con 340 ettari di terra, nel 1985 la fattoria di Broadfield di 420 ettari e, successivamente i terreni adiacenti fino a raggiungere 1,900 ettari. 

Ogni giorno, quando si trova nella sua tenuta di Highgrove, Il Principe Carlo contempla, accanto a rari fiori, tra i quali antiche orchidee, rose e fiori di campo dell’isola britannica, anche l’albero offerto dal Dalai Lama piantato proprio davanti all’orto, dove si coltivano ortaggi e patate con metodi rustici, del tutto in contrasto con quelli dell'agricoltura moderna.

Leggi tutto

Agricoltura Biologica

Nuovo logo EU agricoltura biologica

L'agricoltura biologica è un sistema di produzione agricola che cerca di offrire al consumatore prodotti freschi, gustosi e genuini, rispettando il ciclo della natura.

Principi

Per raggiungere ciò, l'agricoltura biologica si fonda su obiettivi e principi, oltre che su pratiche comuni, ideati per minimizzare l'impatto umano nell'ambiente e allo stesso tempo permettere al sistema agricolo di operare nel modo più naturale possibile. Le pratiche agricole biologiche generalmente includono: La rotazione delle colture per un uso efficiente delle risorse locali.

Leggi tutto

  • 1
  • 2

Pasqua