• Home
  • Cibi di stagione

Gli ingredienti primaverili del menu di maggio

La primavera è ormai giunta nel proprio momento migliore.

La tavola di maggio è un tripudio di sapori freschi e golosi che celebrano il trionfo della natura che rinasce: ce lo segnala il verde degli asparagi e della barba di frate, che in molti chiamano "agretti", l'arancione delle carote, che ora si trovano complete del loro bel ciuffo di foglioline indice della loro freschezza (e anche un'imprevista riserva di sapore: fatene frittelle oppure un pesto o ancora usatelo in una crema di verdure)... e che dire del rosso delle fragole?

Vi presentiamo di seguito gli ingredienti protagonisti dei nostri piatti PIUGUSTOBIO del mese di maggio:

Il verde degli asparagi

Gli asparagi sono ortaggi poco calorici che possiedono molta fibra, vitamina C, carotenoidi (precursori della vitamina A, con azione antiossidante/protettiva della pelle e di stimolo verso l'azione del fegato), vitamina B, sali minerali. Disintossicano inoltre il corpo, migliorano le funzioni renali, frenano la cellulite e allontanano la depressione.

  • Per saperne di più, leggi il nostro articolo sugli Asparagi

Il verde intenso della barba di frate o agretti

Tenera e saporita, la barba di frate è ricca di Vitamina C, fibra e preziosa clorofilla. Contiene in particolare molta fibra insolubile, dunque indicata in caso di stitichezza, nelle diete ipocaloriche e in quelle depurative. Ottima per i diabetici e per abbassare il livello di colesterolo nel sangue.

L'arancione delle carote

La carota è considerata da sempre un ortaggio-farmaco grazie alla concentrazione di vitamine, sali minerali, carotenoidi e flavonoidi che possiede. È soprattutto ricca di betacarotene, il precursore della vitamina A, ovvero il principio attivo che dà colore alla radice. Il betacarotene è un potente antiossidante: combatte la formazione dei radicali liberi, i maggiori responsabili della degenerazione cellulare, e favorisce la salute degli occhi e in particolare della pelle grazie all’estensina, una proteina che agisce sull’idratazione epidermica.

  • Per saperne di più, leggi il nostro articolo sulle Carote

Il rosso delle fragole

Le fragole sono un frutto costituito al 90% di acqua, per questo idratano le cellule dell'organismo senza appesantirlo con troppe calorie, sono anche ricche di enzimi capaci di attivare il metabolismo dei grassi aiutando il corpo a dimagrire con meno fatica. Contengono inoltre molte fibre che aumentano il senso di sazietà, regolarizzano l'intestino e fanno assorbire meno grassi e meno zuccheri.

  • Per saperne di più, leggi il nostro articolo sulle Fragole

GRAZIE PER LA LETTURA E.... BUONA PRIMAVERA!

Ingredienti detossificanti primaverili nei menu di aprile piugustobio

La PRIMAVERA è la STAGIONE DEL RISVEGLIO. In questa stagione, il nostro organismo è più propenso a lasciar andare le tossine accumulate e far entrare in circolo energia nuova. L’organo che si assume l’onere di eliminare la maggioranza delle tossine presenti nel corpo è il fegato, secondo la medicina cinese associato appunto alla stagione primaverile, di cui la loggia Legno ne è protagonista. Una buona depurazione del fegato aiuta e coadiuva l’attività di eliminazione delle tossine presenti nel corpo.

LA NATURA NON FA NULLA DI INUTILE, affermava Aristotele, e infatti la primavera ci regala degli straordinari alimenti che si dedicano proprio alla depurazione del nostro corpo, ve ne presentiamo in particolare 4, che i nostri chef hanno scelto come ingredienti base dei menu PIUGUSTOBIO del mese di aprile:

Leggi tutto

Gli Spinaci

ALIMENTO DEL MESE DI OTTOBRE

Gli spinaci (Spinacia oleracea) è una pianta erbacea spesso riconosciuta come uno degli alimenti funzionali più salutari per le sue proprietà nutrizionali e antiossidanti. Questa pianta straordinaria è uno degli ingredienti preferiti dagli chef di tutto il pianeta. Botanicamente, appartiene alla famiglia delle Amaranthaceae e la nomenclatura binomiale ne attribuisce il nome di Spinacia oleracea.

Leggi tutto

Le Pere

ALIMENTO DEL MESE DI OTTOBRE

La pera è il falso frutto (pomo) delle piante del genere Pyrus, solitamente, in Europa centrale e orientale, del pero comune (Pyrus communis L.). Un falso frutto, o meglio “pomo”, ha il ricettacolo fiorale, ovvero la parte finale del peduncolo, che cresce maggiormente, diventando carnoso, rispetto al torsolo, ovvero la parte centrale, che sarebbe il vero frutto della pianta. Il fatto è che un frutto, per essere considerato tale, deve derivare dalla fecondazione e il ricettacolo del pero è solamente un accrescimento di tale parte e non è botanicamente definibile come frutto. Altri falsi frutti sono la mela, le nespole, etc.

Leggi tutto

I porri

ALIMENTO DEL MESE DI OTTOBRE

Il porro è un pianta erbacea biennale appartenente alla famiglia delle Liliaceae, cui la nomenclatura binomiale attribuisce il nome di Allium porrum L. Non se ne conosce molto bene l’origine, ma sappiamo che era conosciuto e coltivato già dagli Egizi e dai Romani che lo utilizzavano per le sue proprietà toniche. Oggi è coltivato e apprezzato in tutto il Mondo e, in particolare, in Italia, Francia, Belgio, Olanda, Germania, Spagna e nei paesi dell’Est Europa.

Leggi tutto