Alla scoperta del Tabulè.... il piatto fresco per la tua estate!

3305 TabboulehNiente parla più dell'identità libanese del tabulè, piatto che ha origine nelle montagne del Libano e della Siria (ma è il Libano a rivendicarne la paternità) dove abbondano infatti le coltivazioni di piante aromatiche che sono appunto uno dei suoi ingredienti principali. 

Da secoli piatto base dell'alimentazione della popolazione locale, è sempre più diffuso in tutto il mondo per l'incredibile gusto e per i benefici per la salute. Si tratta infatti di un piatto ipocalorico e dall'alto potere saziante 100% vegetale.

Ma scopriamo meglio di cosa si tratta. Il taboulè, scritto anche tabbouleh, tabulè, tabbouli o tamboulì, è un antipasto (meze), servito freddo come insalata o anche come cibo da strada dai tanti baracchini ambulanti tipici del Medio Oriente, non solo in Libano ma anche in paesi come Siria, Turchia, Grecia, Cipro, Armenia, Iraq, Israele e Palestina.  

 

Il nome deriva dall'arabo "taabil" che significa "stagionale", per indicarne appunto la freschezza.  E' facile da reperire nei punti ristoro mediorientali, ma è anche facile da preparare.

Gli ingredienti base sono prezzemolo tritato, pomodoro, cipolla, menta e bulgur ed è condito con un mix di olio di oliva e limone.  

Per chi non lo sapesse, il bulgur (in italiano “grano spezzato”), non è altro che grano duro germogliato i cui chicchi vengono cotti al vapore ed essiccati per poi essere macinati ed è completamente diverso dal  cous cous, preparato invece con granelli di semola cotti al vapore.

A seconda delle zone esistono diversi modi di preparare il taboulè. La variante originale libanese prevede che ci siano più erbe che bulgur, e che il tutto venga guarnito con foglie di lattuga romana, quindi il piatto avrà una forte predominanza verde. In Turchia questo piatto prende il nome di "kisir" ed è preparato con poco prezzemolo e passata di pomodoro, condito poi con succo di melograno (al posto del limone); in Armenia viene chiamato invece "eetch" si prepara con un bulgur a grana più fine, purea di pomodori, paprika e peperoni.

Come prepararlo? 

Gli ingredienti sono: 1 pugno di bulgur  - 1 mazzetto di menta fresca  - 2 mazzetti di prezzemolo  -  4 pomodori  - 1 cipolla (o dei porri in base ai gusti) - il succo di 1 limone - sale e pepe  - Olio d'oliva

Procedimento: Cuocere  1 pugno di bulgur per 15 minuti in acqua salata. Nel frattempo tagliare finemente 1 mazzetto di menta fresca e 2 mazzetti di prezzemolo, 4 pomodori le cipolle. Lasciar scolare bene (se serve anche comprimendolo) il bulgur per eliminare l'acqua in eccesso e aggiungere gli ingredienti tagliati.  Condire con il succo di un limone, sale, pepe e olio d'oliva.
Mescolare il tutto e servire. e .... Buon appetito!

E poi, se non avete voglia di cucinarlo, passate ad assaggiarlo da noi!

Spesso è presente nel nostro menu e giovedì 6 giugno lo potrete trovare anche come piatto forte del nostro AperiVivo.

I nostri cuochi Davide e Diego hanno anche un ingrediente segreto ... chissà se ve lo sveleranno? Vi aspettiamo!